14 luglio, Nizza

I mazziniani italiani si stringono al popolo francese colpito ancora una volta da un vile atto di barbarie teso a diffondere il terrore tra gli inermi cittadini nel giorno più solenne della loro storia nazionale.

Nell’esprimere profondo cordoglio per le vittime, sottolineano come la data prescelta indichi a chiare lettere la volontà di colpire i valori di libertà, uguaglianza e fratellanza del mondo moderno in nome dell’oscurantismo integralista.

Nizza, la patria di Giuseppe Garibaldi, il crocevia della cultura mediterranea, vive oggi lo strazio della tragedia, ma non è sola perché i democratici di tutto il mondo, la abbracciano riaffermando la fedeltà ai principi della civiltà europea che solo dalla unità politica federale potrà essere tutelata.

Genova, 15 luglio 2016

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.