Comunicato stampa su chiusura vicenda Aferpi

Ringraziamo pubblicamente il Ministro Calenda per aver recentemente incarnato una grande testimonianza di etica mazziniana, dimostrando di servire lo Stato fino all’ultimo giorno di incarico con assoluto senso del Dovere, profondo attaccamento alle istituzioni repubblicane, autentico spirito di servizio e devozione alla missione.

Non può difatti sfuggire come Carlo Calenda – nonostante le valigie pronte ormai da mesi; con il nuovo inquilino del MISE già sulla porta e con la Caporetto politica del centrosinistra alle spalle – ha comunque continuato il suo prezioso lavoro di mediazione tra Jindal e Aferpi con encomiabile dedizione, mettendo concretamente in pratica una serie di atteggiamenti e di valori di speciale rilevanza per la vita della nostra Piombino.  Ci riferiamo in particolare allo spiccato senso del dovere, all’incondizionata disponibilità nonostante il fine mandato, all’aver saputo mantenere dritta la barra e al non aver mai lesinato tempo ed energie per concludere una così delicata trattativa.

Sebbene il cammino sia ancora lungo, quindi evitando inutili ed anzi pericolosi trionfalismi, non si può tuttavia disconoscere come la firma di quell’accordo riaccenda la speranza di un intero territorio che ha bisogno di lavoro e di uno sviluppo sostenibile e duraturo per la sua gente. Riteniamo dunque doveroso rendere onore al merito a Calenda per quest’ultima opera, in cui si è distinto per spirito di servizio ed umanità sentendosi spinto – prima ancora che dalla legge e dai calcoli elettorali – dall’imperativo morale di svolgere fino in fondo il proprio incarico al servizio della collettività e di non risparmiarsi per tale altissimo impegno.

Certamente al prezioso lavoro del Ministro si è affiancato quello delle nostre istituzioni locali e regionali, nonché quello dei vari tecnici e dei sindacati, che per il raggiungimento di questo importante obiettivo hanno saputo condurre tutti assieme un lavoro rivelatosi particolarmente delicato ed estenuante. Anche a tutti questi soggetti, come cittadini di Piombino e della costa etrusca, va il nostro pubblico plauso e la sincera gratitudine.

 

Il Presidente A.M.I. Piombino   

Dott. Daniele Massarri

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.