I mazziniani salutano Shimon Peres

I mazziniani italiani rivolgono un memore pensiero a Shimon Peres partecipando al lutto dello Stato di Israele che perde uno dei suoi padri fondatori. La sua eredità politica resta tuttavia profonda nel segno della continuità con il sionismo delle origini che ha fatto e fa di Israele una democrazia progressiva.

La sua determinazione nella ricerca del dialogo e della pace è un monito sia per gli israeliani che per i palestinesi da cui ripartire per comprendere come la fiducia reciproca debba essere il primo mattone della convivenza pacifica in due Stati per due popoli secondo la formula di Oslo di cui Peres fu instancabile negoziatore e che oggi sembrano appartenere ad un’altra era.

Politico di razza, perché capace di non disgiungere idealismo e realismo, aperto all’innovazione perché custode geloso dei valori morali e culturali dell’ebraismo, Peres è stato un punto di riferimento per tutti i democratici nel mondo ed ha rappresentato, in una testimonianza di vita per molti versi mazziniana, una speranza che viene dalla sofferenza delle persecuzioni e delle guerre, ma che non perde mai la sua scintilla.

 

Genova, 29 settembre 2016

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.