La Domus Mazziniana può riaprire al pubblico

(Il Tirreno, 9 dicembre 2015)

La Domus Mazziniana riaprirà al pubblico. Dopo due anni di chiusura, a partire da giovedì 7 gennaio 2016 e grazie alla presenza dei volontari degli Amici dei Musei e dei Monumenti Pisani, sarà possibile visitare il ricco percorso espositivo e la biblioteca della Domus, nata sulle fondamenta del Palazzo Nathan Rosselli a Pisa, dove trascorse gli ultimi anni di vita e dove morì il 10 marzo 1872 Giuseppe Mazzini. Le visite saranno gratuite, e senza necessità di prenotazione, nei giorni di martedì, giovedì e sabato dalle 10 alle 12. Già da ora invece, su prenotazione, le scolaresche possono accedere alla Domus per percorsi guidati curati dall’Associazione CorreLaMente.

Monumento nazionale prima e successivamente istituto pubblico, la Domus è stata sottoposta ad un intenso lavoro di riqualificazione conclusosi nel 2011 con l’inaugurazione di un percorso espositivo assolutamente originale che ha portato all’attenzione del pubblico documenti e materiali storici in cui vita e opere di Mazzini si intrecciano con la più vasta storia d’Italia e d’Europa nel periodo delle lotte risorgimentali che portarono all’Unità d’Italia. La Domus accoglie anche un interessante patrimonio bibliografico.

Chiusa nel 2013 per interventi di adeguamento alla normativa sulla sicurezza, e successivamente per l’impossibilità di collocarvi personale, torna accessibile al pubblico grazie all’impegno degli Amici dei Musei, che garantiranno l’apertura al pubblico, e dell’Associazione CorreLaMente che effettua le visite guidate finanziate con il contributo della Fondazione Pisa.

“In questo modo – dichiara il commissario della Domus Mazziniana, Fabio Beltram – grazie alla collaborazione degli Amici dei Musei, questa importante realtà del territorio che vanta un’esperienza pluriennale della conservazione e valorizzazione del patrimonio storico e artistico della nostra città, anche la Domus Mazziniana tornerà a far parte del circuito dei monumenti e delle testimonianze storiche a cui i cittadini possono attingere per arricchire e dare sostanza alla propria identità culturale”.

Beltram, direttore della Normale, era stato nominato commissario straordinario nel 2012. Sotto la sua supervisione è stato nominato un comitato scientifico, composto da Roberto Balzani (Università di Bologna), Mario Di Napoli (Associazione Mazziniana Italiana), Daniele Menozzi (Scuola Normale Superiore), Giuseppe Monsagrati (Università di Roma Tre) e Gilles Pecout (ENS e EPHE), che ha definito negli anni passati un calendario di seminario e che elaborerà un progetto scientifico per lo sviluppo delle attività della struttura.  In questi anni sono stati inoltre promosse visite guidate e percorsi didattici dedicati a scuole di ogni ordine e grado e alle famiglie.

Con l’Associazione CorreLaMente invece tornano attivi laboratori e percorsi didattici dedicati alle scuole (primaria, secondaria di primo e secondo grado) su temi come la bandiera italiana, la Costituzione, il principio di uguaglianza e la condizione dello straniero nella Repubblica italiana, e visite guidate a tema. I docenti interessati possono sin da ora prenotare le visite, con preferenza per i giorni di lunedì, mercoledì e venerdì inviando una richiesta per email agli indirizzi webmaster@sns.it e info@correlamente.it. I percorsi didattici sono gratuiti per le scuole ed i dettagli sulle attività saranno disponibili sul sito della Domus Mazziniana (www.domusmazziniana.it).

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.