Link

150 anni dell’Unità d’Italia
Portale sul Risorgimento Italiano nell’ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Da un’ idea di Ernesto Galli della Loggia

A.M.I. Comitato Regionale Lombardo

Associazione Mazzini di Bruxelles
Sito dell’Associazione Mazzini è stata fondata  25 anni fa, piu’ esattamente l’11 dicembre 1983, da un gruppo di italiani residenti a Bruxelles di formazione e cultura laica. L’Associazione si intitola a Giuseppe Mazzini, in omaggio alla sua visione europeista, 100 anni prima dei Trattati di Roma, e alla sua interpretazione del mondo imperniata sul riconoscimento dei doveri che ogni uomo ha verso la società a cui appartiene e non solo alla rivendicazione dei suoi diritti (Giuseppe Mazzini “I doveri dell’uomo” 1860).

Associazione Mazziniana Italiana in Svizzera A.M.I. – Sezione di Zurigo
Costituita nell’ottobre del 1989 con il nome di Associazione Giuseppe Mazzini in Svizzera. Il comitato esecutivo ha poi finalizzato il primo statuto con data del 19 gennaio 1990. I soci fondatori si sono ispirati alla tradizione repubblicana ed al legame esistente tra mazziniani ed emigrazione.

Centro Cooperativo Mazziniano – Senigallia
Costituito  l’11 novembre 1948, è diventato negli anni un significativo polo di riferimento per le ricerche, le progettualità e i dibattiti culturali di almeno tre distinte generazioni nate nel Novecento.

Centro culturale Mazzini Rosselli Parri

Comitato Gianicolo per l’Itinerario garibaldino risorgimentale

Cooperativa Culturale e Ricreativa Pensiero e Azione di Ravenna
Nata il 27 ottobre 1953 con l’obiettivo di contribuire alla formazione della persona nell’ambito sociale, di migliorare la conoscenza dei diritti e doveri dei cittadini e del Risorgimento italiano.

Domus mazziniana
Istituzione Culturale volta allo studio e all`approfondimento del pensiero di Giuseppe Mazzini, alla diffusione delle sue opere, alla raccolta e conservazione di documenti e cimeli relativi alla sua vita e al suo insegnamento. La Domus Mazziniana raccoglie l`eredità spirituale e materiale della Casa Rosselli, di Pisa, dove,  il 10 marzo 1872, morì Giuseppe Mazzini. La casa, donata allo Stato dalla famiglia Rosselli, affinchè divenisse santuario di fede e di patriottismo per i posteri, e dichiarata per Legge monumento nazionale il 20 marzo 1910, fu totalmente distrutta nel corso del tragico bombardamento di Pisa del 31 agosto 1943. La Domus Mazziniana, con sede nel riedificato edificio, fu inaugurata, alla presenza del Presidente della Repubblica, Luigi Einaudi, il 21 Giugno 1952.

Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano
L’Istituto per la storia del Risorgimento Italiano fondato nel 1936 dalla trasformazione della Società Nazionale per la storia del Risorgimento (1906), è uno dei cinque istituti storici italiani.
L`Istituto, ubicato a Roma nel complesso del Vittoriano “ha per compito di promuovere e facilitare gli studi sulla storia d’Italia dal periodo preparatorio dell’Unità e dell’Indipendenza sino al termine della prima guerra mondiale, raccogliendo documenti, pubblicazioni e cimeli, curando edizioni di fonti e di memorie, organizzando congressi scientifici” (art. 1 dello Statuto).

La Repubblica Romana del 1849
Nella banca dati La Repubblica Romana del 1849 vengono, per la prima volta, raccolti e messi a disposizione migliaia di documenti (giornali, opuscoli, bandi e fogli volanti, manoscritti, il fondo riunito dallo storico Giuseppe Spada) posseduti dalla Biblioteca di Storia moderna e contemporanea. Si tratta di materiali di difficile reperibilità e di fondamentale importanza per gli studi storici, pubblicati tra l’elezione al soglio pontificio di Pio IX e il suo definitivo ritorno a Roma.

Mazzini Society
L’Associazione ha lo scopo di coagulare le forze culturali e politiche che si riconoscono nella tradizione risorgimentale ed europeistica di Giuseppe Mazzini riaffermando le idee di nazione e di Umanità, della tradizione sociale del lavoro, del costituzionalismo democratico, del nuovo ordine mondiale fondato sull’educazione dell’individuo e dei popoli e la loro emancipazione nella Libertà, nella Fratellanza e nell’Uguaglianza.

Museo Nazionale del Risorgimento Italiano – Palazzo del Carignano
Il Museo nazionale del Risorgimento Italiano è il più grande museo di storia patria italiano, il primo e più importante museo del Risorgimento, l’unico che abbia il titolo di Nazionale, per legge (regio decreto 8 dicembre 1901, n° 360) oltre che per la ricchezza e la rappresentatività delle sue collezioni. Si trova a Torino, all’interno dello storico Palazzo Carignano. È dedicato al periodo storico del Risorgimento in cui avvenne l’unificazione politica dell’Italia, compreso tra la fine del XVIII secolo e l’inizio della prima guerra mondiale.

Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina
Il Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina fa parte dei Musei in comune ed è sito a largo di Porta San Pancrazio nel rione Trastevere a Roma

Museo del Risorgimento e Istituto mazziniano di Genova
Polo museale di Genova, istituito nel 1934, interamente dedicato agli eventi del Risorgimento italiano e, in particolare, ad alcune figure di spicco di quello specifico momento della storia italiana strettamente legate al capoluogo ligure, quali Giuseppe Mazzini, Giuseppe Garibaldi e Goffredo Mameli, autore del Canto degli Italiani, l’inno nazionale italiano. Situato in via Lomellini 11, è ospitato nell’antico Palazzo Adorno, in quella che fu la casa natale di Mazzini; è stato restaurato nel 2005 e riaperto al pubblico in coincidenza con il bicentenario della nascita del grande pensatore.

Museo del Risorgimento – Palazzo Moriggia (Milano)
Il Museo del Risorgimento di Milano è nato a Milano nel 1885. Ha sede nel settecentesco palazzo Moriggia ed illustra un periodo di 74 anni della storia italiana compreso fra il 1796 (la prima campagna di Napoleone Bonaparte in Italia) ed il 1870 (annessione di Roma al Regno d’Italia).

Rivista di Diritto e Storia costituzionale del Risorgimento
Rivista che si occupa della vita costituzionale italiana. Con la pubblicazione dei documenti si vuole contribuire alla diffusione delle fonti ufficiali che riguardano in modo particolare la storia giuridico-costituzionale del Risorgimento, l’attività delle Assemblee Costituenti e le vicende politico-giuridiche costituzionali che hanno portato alla costruzione della Repubblica Italiana. I documenti sono a disposizione dei ricercatori, dei docenti, degli studenti universitari e degli istituti di istruzione secondaria.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.